Falcone vola, Leonzio a terra

Una doppietta dell’ex rossazzurro condanna i lentinesi a una nuova sconfitta: il Catanzaro vince 2-1 al Massimino. Tardiva la rete di Marano, palo di Arcidiacono nel finale

Il digiuno continua e la situazione si complica. La Sicula Leonzio perde al Massimino nel recupero contro il Catanzaro e inanella la quinta partita consecutiva senza vittorie facendosi sfuggire l’opportunità di allontanarsi dai quartieri bassi della classifica.

I lentinesi faticano a produrre occasioni da gol e dopo un primo tempo senza grandi emozioni incassano la doppietta di Falcone, ex Catania, che prima trova un varco a sinistra battendo Narciso con un rasoterra che passa sotto le gambe del portiere di casa e poi raddoppia con un gran destro al volo da 30 metri su respinta corta di Narciso, uscito di testa per fermare un contropiede.

Passato al 4-3-3, Rigoli butta nella mischia anche Tavares e vede Marano riaprire la gara sugli sviluppi di uno schema su punizione provato da Bollino e Arcidiacono. E’ lo stesso Arcidiacono a sfiorare il pari con un gran tiro da posizione defilata, ma le sue speranze e quelle dei bianconeri s’infrangono sul palo.

LEONZIO-CATANZARO 1-2 
Sicula Leonzio (3-5-1-1): Narciso 5.5; Aquilanti 5.5 (12’st Bollino 6), Camilleri 5.5, Gianola 5.5; De Rossi 6, D’Angelo 5.5 (12’st Esposito 6.5), Davi’ 6.5, Gammone 6 (25’st Tavares 6), Squillace 5.5 (45’st Russo sv); Marano 6.5 (45’st Ferreira sv); Arcidiacono 6.5. In panchina: Ciotti, Pollace, Monteleone, Granata, Giuliano, Cozza, De Felice. Allenatore: Rigoli 6.
Catanzaro (3-4-2-1): Nordi 6; Gambaretti 6.5, Sirri 6.5, Riggio 6.5; Icardi 5.5 (1’st Nicoletti 6), Benedetti 6 (28’st Maita 6), Spighi 6 (15’st Marin 6), Zanini 6; Onescu 6, Falcone 7 (28’st Anastasi 6); Kanis 5.5 (1’st Puntoriere 6.5). In panchina: Marcantognini, Imperiale, Pellegrino, Marchetti, Lukanovic, Cunzi. Allenatore: Dionigi 6.5.
Arbitro: Marini di Trieste 5.5.
Reti: 6′ st e 25′ st Falcone, 37′ st Marano.
Note: spettatori 600 circa. Ammoniti: Onescu, Marin, Maita. Angoli: 3-3. Recupero: 2′, 4′.

Correlati

Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *