Il Gigante va a testa alta

Il Gigante va a testa alta

A testa alta, ma ancora sconfitto. L’Akragas esce con l’onore delle armi dallo stadio Marcello Torre di Pagani. Il quattordicesimo ko stagionale, terzo consecutivo, arriva nel momento di crisi più acuta del Gigante, senza più un presidente (Alessi ha lasciato in settimana) e addirittura a rischio di ritiro dal campionato.

L’abbraccio collettivo tra giocatori e staff agrigentino prima del calcio d’inizio dice molto dello stato d’animo della squadra guidata da Di Napoli, che va in svantaggio dopo appena 8′ a causa del gol di testa di Tascone ma lotta con orgoglio ed evita il tracollo.

Nonostante le numerose partenze che hanno depauperato l’organico (Sepe, Rotulo, Longo, Parisi), l’Akragas si rende pericoloso con Carrotta e Salvemini e nella ripresa insiste tentando la sortita con Russo e reclamando il rigore per un atterramento in area di Franchi.

La Paganese non brilla e quando riesce a venire avanti trova Vono, reattivo nel dire no a Ngamba. E’ Gomis a negare agli ospiti un pareggio che avrebbe avuto un significato particolare: gli interventi del portiere di casa nel finale sui tiri di Tripoli e Vicente lasciano a secco gli ospiti.

PAGANESE-AKRAGAS 1-0
Paganese (4-3-3): Gomis 6.5; Meroni 6.5, Piana 6, Acampora 5.5, Tascone 6.5 (21’st. Ngamba 6); Picone 6 (33′ st Maiorano sv), Bensaja 5.5, Scarpa 5; Della Corte 5, Talamo 6 (34′ pt Negro 5.5), Cesaretti 5. In panchina: Galli, Marone, Buonocore, Bernardini, Pavan, Marigliano, Dinielli, Grillo. Allenatore: Favo 5.5.
Akragas (3-5-2): Vono 6; Scrugli 5.5, Pisani 6, Danese 6; Saitta 6 (12′ st Moreo 6), Navas 6 (12′ st Franchi 5.5), Carrotta 6.5, Vicente 6.5, Russo; Giujci 5.5 (25′ st Tripoli sv), Salvemini 6. In panchina: Lo Monaco, Ioio, Petrucci, Bramati, Minacori, Canale, Malluzzo. Allenatore: Di Napoli 6.
Arbitro: Feliciani di Teramo 6.
Rete: 8′ pt Tascone.
Note: ammoniti: Saitta, Vincente, Salvemini. Angoli: 5-4. Recupero: 1′, 4′.

Correlati

Replica