Il Palermo non si rialza

Seconda sconfitta di fila per i rosanero, battuti dal Foggia al Barbera: Nestorovski sigla il vantaggio, poi Coronado viene espulso e gli ospiti ribaltano la gara con Duhamel e Kragl

PALERMO – Il Foggia passa 2-1 al Barbera infliggendo al Palermo la seconda sconfitta consecutiva dopo il brutto passo falso di Empoli. Il ko arriva nel giorno in cui i rosanero avevano ritrovato il proprio pubblico, per la prima volta numeroso quest’anno, anche per via della politica dei prezzi ridotti.

Una partita sofferta, ma che si era anche messa bene per Nestorovski e compagni, ma dopo l’espulsione di Coronado è venuto fuori il Foggia che ha ribaltato la situazione, complice una buona dose di fortuna.

Sia Tedino che Stroppa scelgono il 3-5-2; il tecnico di casa affianca Moreo a Nestorovski, mentre l’allenatore rossonero conferma l’undici che ha battuto l’Avellino nell’ultimo turno con Nicastro e Mazzeo in avanti. Palermo costantemente in avanti e pericoloso al quarto d’ora con angolo da sinistra di Coronado e colpo di testa di Nestorovski: palla sopra la rete esterna.

La replica del Foggia non si fa attendere: Agnelli cerca il jolly con un tiro da fuori che finisce alto di pochissimo. Ci prova anche Gnahorè con una gran bordata da fuori, ma è buona la risposta di Guarna che si distende e mette in angolo.

Ad inizio ripresa ottimo Foggia, pericoloso nei primi 5′ con una punizione a giro di Kragl con palla alta sopra la traversa e con un sinistro di Greco neutralizzato da Posavec. Il Palermo in vantaggio passa al 20′: Nestorovski prova a calciare in area e la palla sbatte sul braccio di Loiacono, Abbattista non ha dubbi e indica il dischetto; lo stesso Nestorovski non sbaglia infilando Guarda a sinistra nell’angolino basso.

Poco dopo, però, il Palermo resta in dieci per l’espulsione di Coronado dopo un intervento a piedi uniti su Gerbo. Il Foggia sfrutta la superiorità numerica e ribalta il risultato. Il pari arriva con il nuovo entrato Duhamel, che dal limite supera Posavec che non riesce a trattenere il pallone. Il micidiale 1-2 si completa con il gran gol di Kragl che trafigge Posavec con un forte tiro dai 25 metri. Nel finale la fortuna non aiuta il Palermo al 42′ quando su colpo di testa di Nestorovski la palla si stampa sulla traversa.

PALERMO-FOGGIA 1-2
Palermo (3-5-2): Posavec 4.5; Dawidowicz 5.5, Bellusci 5.5, Szyminski 5.5 (42′ st La Gumina sv); Rolando 5.5 (12′ st Rispoli 6), Gnahore’ 6, Jajalo 6, Coronado 5, Aleesami 5.5; Moreo 6 (29′ st Chochev sv), Nestorovski 6. In panchina: Maniero, Pomini, Accardi, Rajkovic, Trajkovski, Balogh, Fiordilino, Fiore. Allenatore: Tedino 5.
Foggia (3-5-2): Guarna 6; Tonici 6, Camporese 6, Loiacono 6.5; Gerbo 6, Deli 6 (43′ st Zambelli sv), Agnelli 6, Greco 6.5 (28′ st Scaglia 6), Kragl 6.5; Incastro 6 (28′ st Duhamel 7), Mazzeo 6. In panchina: Noppert, Beretta, Martinelli, Rubin, Floriano, Celli, Ramè, Calabresi. Allenatore: Stroppa 6.5.
Arbitro: Abbattista di Molfetta 5.5.
Reti: 20′ st Nestorovski, 32′ st Duhamel, 39′ st Kragl.
Note: serata umida, terreno in discrete condizioni. Spettatori: 13.031. Espulso: 24′ st Coronado per scorrettezze. Ammoniti: Greco, Loiacono. Angoli: 8-6 per il Palermo. Recupero: 1′; 5′.

Correlati