“Siamo tutti con Lucarelli”
“Siamo tutti con Lucarelli”

“Siamo tutti con Lucarelli”

Un puntello alla posizione di Lucarelli, critiche alla stampa e il rilancio in vista del finale di campionato. Pietro Lo Monaco, amministratore delegato del Catania, si è presentato in sala stampa a Torre del Grifo per dire la sua sui turbolenti giorni seguiti alla figuraccia di Monopoli.

“Subito dopo la vergognosa sconfitta di Monopoli è partita la caccia all’esonero di Lucarelli. Ho ricevuto centinaia di telefonate da giornalisti, mi hanno chiamato persino tecnici che si proponevano. Il 5-0 ha imposto una riflessione e in questo contesto abbiamo considerato ogni tipo di provvedimento, ma questa società non ha mai inteso cambiare il tecnico. Gli allenatori si cambiano solo se la squadra non è più con loro”.

“Non accetto i giudizi di certi soloni. Non sta scritto da nessuna parte che il Catania deve stare a ogni costo in Serie A. Quando si finisce in C risalire è durissimo, per capirlo basta guardare gli esempi di Foggia, Cremonese, Alessandria, Pisa, dello stesso Lecce e via dicendo. Siamo impegnati in una lotta per il risanamento, oggi il Catania ha 3-4 mesi di sofferenza e poi, se tutto va bene, è fuori da questa situazione. Se dovessimo andare in B quest’anno sarebbe un miracolo. La lotta per il vertice non è finita, non dobbiamo lasciare niente di intentato”.

“Nessun allenatore ci ha detto no. Se vogliamo, possiamo prendere chi vogliamo. Il gruppo ci ha confermato di essere col tecnico e si è assunto la responsabilità di fare sì che quello di domenica scorsa sia solo un episodio. A undici giornate dal termine non andiamo in cerca di avventure. I senatori? Tocca a tutti fare il proprio dovere. Lucarelli? L’ho visto tranquillo e rafforzato. Andiamo avanti con lui sino a fine stagione”.

Correlati