Siracusa, play off a rischio

La squadra di Bianco cede di misura a Catanzaro e perde terreno in classifica. Non bastano le parate di Tomei, decide una rete di Riggio

Ora il Siracusa rischia. Gli aretusei cedono di misura al Catanzaro e perdono ancora terreno in classifica, scivolando al limite della zona play off.

Non è un bel momento per la squadra di Bianco, che sino a poche settimane fa era quarta e adesso, tra penalizzazioni e qualche passo falso in campo, teme di scendere giù dal treno che porta agli spareggi promozione.

A Catanzaro gli aretusei vengono condannati da una rete di Riggio sugli sviluppi di un corner. Dopo un discreto avvio, il Siracusa accusa il colpo dopo il gol e viene salvato dal portiere Tomei, decisivo su Letizia come già gli era accaduto sullo 0-0.

Bianco rivoluziona il reparto offensivo nella ripresa, ma i suoi non riescono a creare seri grattacapi al portiere Marcantognini, al debutto stagionale tra i pali al posto dello squalificato Nordi. Riggio sfiora il bis di testa, nel finale ci prova anche Daffara ma senza inquadrare il bersaglio.

CATANZARO-SIRACUSA 1-0
Catanzaro: (3-5-2): Marcantognini 6; Riggio 7.5, Di Nunzio 6.5, Gambaretti 7; Zanini 6.5, Spighi 7 (37′ st Puntoriere sv), Maita 6.5, Marin 6.5, Nicoletti 6; Infantino 5.5 (25′ st Corado 5.5), Letizia 6 (14′ st Falcone 5.5). In panchina: Pellegrino, Sabato, Cason, Van Ransbeeck, Cunzi, Badjie, Sepe, Valotti. Allenatore: Pancaro 6.5.
Siracusa (4-2-3-1): Tomei 6.5; Daffara 6, Turati 6, Altobelli 6, Liotti 5.5 (12′ st Mangiacasale 6); Palermo 5.5, Mancino 7; Parisi 6.5, Marotta 5 (12′ st Caetano 5), Mazzocchi 5 (26′ st Toscano 5.5); Bernardo 5.5 (12′ st Scardina 5.5). In panchina: D’Alessandro, Bruno, Di Grazia, Giordano, De Silvestro, Spinelli, Grillo. Allenatore: Bianco 5.5.
Arbitro: D’Ascanio di Ancona 6.
Rete: 23′ pt Riggio.
Note: pomeriggio caldo e ventoso; terreno di gioco in discrete condizioni. Spettatori: 3.000 circa. Ammonito: Gambaretti. Angoli: 8-5 per il Catanzaro. Recupero: 0′; 4′.

Correlati