“Una finale di Champions”
“Una finale di Champions”

“Una finale di Champions”

“Pensiamo solo al Trapani e a blindare il 2° posto, in caso di vittoria giocheremo un mini torneo da 180 minuti. Per noi è una finale di Champions”. Così Cristiano Lucarelli, tecnico del Catania, presenta il big match di lunedì al Massimino col Trapani.

In conferenza stampa, l’allenatore livornese ha elogiato la formazione di Calori: “E’ una squadra ottimamente allenata con individualità di categoria superiore. Anche noi, però, le abbiamo. Il Trapani ha una qualità media eccellente ed è particolarmente pericoloso sulle palle inattive: ben 21 gol li ha realizzati nei 15 secondi successivi a un calcio piazzato”.

“I granata si sono lamentati per alcuni errori arbitrali? Noi abbiamo i nostri motivi per rammaricarci. Ci mancano 6-7 punti per torti arbitrali, a nostro favore in tutto il campionato non ricordo neppure un episodio dubbio”.

“La formazione? Difficile cambiare una squadra che sta girando bene. In difesa ritroviamo Aya, che ha recuperato. A sinistra torna Marchese, a destra uno con le caratteristiche di Blondett può farci comodo in una partita come questa”.

I rossazzurri, intanto, hanno sostenuto il consueto test infrasettimanale con la Berretti, conclusosi 8-0: doppiette per Curiale e Russotto, a segno anche Aya, Barisic, Di Grazia e Lodi. Differenziato a scopo precauzionale per Ripa.

Correlati