La Leonzio si accontenta

I lentinesi partono male e vanno sotto contro la Reggina, ma crescono alla distanza trovando il meritato pari con Bollino

Non è la vittoria sperata, ma un punto che potrebbe rivelarsi prezioso nello sprint per i play off. La Sicula Leonzio fa 1-1 con la Reggina e rimane tra le prime dieci a 90′ dalla fine della stagione regolare.

I lentinesi approcciano male la gara e vanno sotto dopo 10′, quando Sparacello supera Ciotti su servizio dalla sinistra di Provenzano. I padroni di casa rischiano anche di subire il raddoppio: è ancora Sparacello a cercare la porta avversaria colpendo il palo con un sinistro toccato da Ciotti.

La Sicula migliora col passare dei minuti e pareggia nella ripresa con Bollino, che di sinistro batte Licastro. Il finale è tutto bianconero, ma Lescano e D’Angelo non riescono a trovare il raddoppio.

SICULA LEONZIO-REGGINA 1-1
Sicula Leonzio (4-3-3): Ciotti 6; Aquilanti 6.5, Camilleri 6 (10′ st Pollace 6), Gianola 6, Squillace 6; Marano 6 (9′ st Lescano 6), Esposito 6.5, Cozza 6 (18′ st Petermann 6); Bollino 6.5, Foggia 6, Gammone 6 (24′ st D’Angelo). In panchina: La Cagnina, Giuliano, Monteleone, D’Amico, Davi’, Granata, Russo, De Felice. Allenatore: Diana 6.
Reggina (3-5-2): Licastro 6; Laezza 6.5, Ferrani 6, Pasqualoni 6.5; Hadziosmanovic 6, Provenzano 7 (17′ st Marino 6), La Camera 6 (14′ st Giuffrida 6), Mezavilla 6 (30′ st Fortunato sv), Armeno 6.5; Tulissi 6 (31′ st Condemi sv), Sparacello 7. In panchina: Cucchietti, Turrin, Auriletto, Amato, Arras, Gatti, Giuffrida, Bezziccheri, Franchi. Allenatore: Maurizi 6.
Arbitro: Cascone di Nocera 6.
Reti: 10′ pt Sparacello, 25′ st Bollino.
Note: spettatori 1300 circa. Ammoniti: Aquilani, Marano, Bollino, Ferrani, Sparacello, La Camera. Angoli: 3-3. Recupero: 2′, 4′.

Correlati