Stellone non ha segreti

Il tecnico del Palermo anticipa gli undici che schiererà a Terni: “Non rischio Jajalo. Giochiamo per non avere rimpianti. Basta un passo falso altrui per darti una scossa forte”

PALERMO – Palermo costretto ad inseguire nelle ultime tre partite. I rosanero dopo il pareggio contro il Bari sono scivolati al quarto posto e adesso non serve fare molti calcoli in vista della trasferta a Terni.

“Una vittoria col Bari poteva farci affrontare diversamente le prossime tre partite ma nulla è scontato”, afferma il tecnico del Palermo, Roberto Stellone, che a sorpresa annuncia la formazione titolare: “Andranno in campo Pomini, Rispoli, Dawidowicz, Rajkovic, Aleesami, Rolando, Murawski, Chochev, Coronado, La Gumina e Moreo. Jajalo si è allenato solo ieri, non possiamo correre il rischio di perderlo per le prossime due partite o per i playoff. Magari se servirà entrerà a partita in corso. Igor sappiamo che qualità ha e può anche diventare mezzala o mezzapunta. I moduli lasciano il tempo che trovano: conta lo spirito e voglio rivedere quanto visto contro il Bari”.

“Dobbiamo pensare una partita alla volta – ha spiegato – Il dubbio è solo sul piano della tenuta fisica, ma non giudico il lavoro di altri. A livello mentale sicuramente il Venezia sta meglio di noi (13 punti in 5 partite); noi di punti ne abbiamo fatti meno. Ma basta un attimo, una vittoria, un passo falso altrui per darti una scossa forte. Dobbiamo giocare per poi non avere rimpianti. Dovremo essere umili in certi momenti e in questo senso, ho visto molto bene i ragazzi”.

Correlati