Catania, ecco il Feralpisalò
Catania, ecco il Feralpisalò

Catania, ecco il Feralpisalò

Sarà il Feralpisalò l’avversario del Catania nel secondo turno della fase nazionale dei play off di Serie C.

Il sorteggio svolto in mattinata nella sede della Lega Pro, a Firenze, ha prodotto i seguenti accoppiamenti: Viterbese-Sudtirol, Feralpisalò-Catania, Reggiana-Siena e Cosenza-Sambenedettese. L’andata si giocherà il 30 maggio sul campo delle prime squadre indicate, il ritorno il 3 giugno a campi invertiti (al Massimino, nel caso degli etnei).

Determinati anche gli accoppiamenti in semifinale. Il Catania, qualora superasse il turno, se la vedrà contro la vincente di Reggiana-Siena: per gli etnei andata il 6 giugno in trasferta, ritorno il 10 giugno in casa. L’altra semifinale opporrà la vincente di Viterbese-Sudtirol alla vincente di Cosenza-Sambenedettese.

La corsa del Catania verso la promozione passa dunque dalla doppia sfida (entrambe le gare si giocheranno alle 20.30) con una delle rivelazioni di questi spareggi. Sesta classificata nel girone B con 49 punti, frutto di 13 vittorie, 10 pareggi e 11 sconfitte, la formazione allenata da Mimmo Toscano ha cominciato la propria corsa nei play off battendo nel primo turno della fase a gironi il Pordenone, sconfitto per 3-1 dopo essere andata in svantaggio. Nel secondo turno, i verdeazzurri hanno fatto il bis espugnando il campo dell’Albinoleffe per 1-0 con rete di Staiti.

Il vero exploit è arrivato nel primo turno della fase nazionale. Opposti all’Alessandria, una delle formazioni più quotate, i lombardi sono andati in grave difficoltà nella prima partita, giocata in casa, incassando tre gol e rischiando di subire il quarto prima di accorciare le distanze negli ultimi otto minuti con Staiti e Ferretti.

Una reazione decisiva, visto che nella sfida di ritorno il Feralpi è riuscito a sorprendere l’Alessandria confermandosi formazione da trasferta: 3-2 il punteggio finale con doppio vantaggio firmato da Raffaello e Guerra, gol di Sestu che ha momentaneamente riconsegnato il pass ai padroni di casa e sigillo-qualificazione di Ferretti.

Allenati da Mimmo Toscano (ex Cosenza, Ternana, Novara e Avellino), chiamato a sostituire il dimissionario Serena nello scorso febbraio, i Leoni del Garda, come vengono chiamati, hanno disputato un torneo a fasi alterne mettendo in evidenza una buona propensione offensiva (47 reti realizzate, miglior attacco del girone) ma anche una certa fragilità difensiva (43 gol subiti).

Toscano si affida a un 3-5-2 nel quale gli elementi più in vista sono le punte Simone Guerra (28 anni, trascorsi in B col Piacenza), capocannoniere del girone B con 19 reti, Andrea Ferretti (31, lo scorso anno 12/1 col Trapani in B), sin qui autore di 10 gol (8 nella stagione regolare+2 nei play off), e Mattia Marchi (21), 7 centri tra campionato (5) e play off (2).

Squadra dal seguito contenuto (appena 890 spettatori nella sfida play off col Pordenone), il Feralpisalò arriva al doppio match con il Catania lanciato da una condizione fisica invidiabile e dal grande entusiasmo derivante dalla bella cavalcata nei play off.

Correlati