“Forse hanno fatto male i calcoli”

“Forse hanno fatto male i calcoli”

FIRENZE – “Forse non avevano calcolato che il Catania a suo tempo ha seguito l’iter giusto. La decisione di ieri del collegio di Garanzia ha rigettato tutti i ricorsi, sostenendo che le ricorrenti non avessero seguito l’iter giusto. Gli è sfuggito evidentemente che il Catania lo aveva fatto e aveva chiesto la procedura d’urgenza, infatti oggi va al Tfn a prospettare le sue ragioni”.

Così l’amministratore delegato del Catania, Pietro Lo Monaco, rispondendo a una domanda dei giornalisti che, a margine della compilazione dei calendari di Lega Pro di oggi a Firenze, gli hanno chiesto come intenda muoversi il suo club dopo la sentenza di ieri presa dal Collegio di Garanzia del Coni.

“Il Tfn sarà chiamato a decidere se la B è a 19 o 22 squadre – ha aggiunto Lo Monaco -. Qualora decidesse per le 22, in virtù delle decisioni di ieri, compresa quella del ricorso della Ternana contro la decisione pro-Novara, si dovrà tenere conto anche delle presenza di Novara e Catania”.

“C’è sempre un rigurgito da parte nostra di richiamo al rispetto delle regole, mi auguro che oggi il Tfn decida e metta la parola fine a questa querelle che ha fatto solo il male del nostro calcio: perchè al di là di tutti i problemi più svariati che abbiamo, questa è stata proprio una goccia che ha fatto traboccare il vaso – ha proseguito l’ad rossazzurro -. Purtroppo il calcio nostro è gestito da anni sempre dagli stessi pupari, che hanno avuto l’interesse al non governo, perchè così governavano loro. Di conseguenza, tutto questo è frutto del lavoro di questa gente”.

Correlati