Sicula, stop tra le proteste

Sicula, stop tra le proteste

Si chiude senza sorrisi l’anno della Sicula Leonzio. I lentinesi perdono in casa per 2-0 con la Viterbese e subiscono la prima sconfitta della gestione Torrente.

L’episodio attorno al quale ruota la gara è il rigore, contestato, che sblocca il risultato. Dopo i tentativi nel primo tempo di Sainz Maza, Ripa e Aquilanti, i lentinesi vanno sotto in avvio di ripresa per un penalty decretato per un presunto tocco di braccio di Marano su rovesciata di Ngissah: dal dischetto Pacilli trasforma e porta avanti gli ospiti.

La reazione dei bianconeri è affidata a Sainz Maza, che ci prova tre volte senza esito. A fare centro è invece Pulidori, che anticipa la difesa locale su un cross di Vandeputte e firma il raddoppio che chiude la gara.

SICULA LEONZIO-VITERBESE 0-2
Sicula Leonzio (4-3-2-1): Narciso 6; M. Esposito 5.5, De Rossi 5.5, Aquilanti 6, Squillace 5.5; G. Esposito 5 (21′ st Cozza 5.5), Marano 6.5, D’Angelo 6 (21′ st Vitale 6); Gammone 5 (31′ st De Felice 6), Sainz-Maza 6.5; Ripa 6. In panchina: Polverino, Brunetti, Talarico, Petta, Palermo, Russo. Allenatore: Torrente 5.5.
Viterbese (4-3-2-1): Forte 6; De Giorgi 6, Sini 6.5, Rinaldi 7, De Vito 6; Damiani 6.5, Palermo 6, Baldassin 6; Pacilli 6.5 (28′ st Zerbin sv); Bismark 5.5 (18′ st Vandeputte 6.5), Saraniti 6 (28′ st Polidori 6.5). In panchina: Micheli, Schaeper, Messina, Atanasov, Milillo, Artioli, Bovo, Cenciarelli. Allenatore: Sottili 7.
Arbitro: Cascone di Nocera 5.5.
Reti: 9′ st Pacilli (rig), 33′ st Polidori.
Note: spettatori 1500 circa. Ammoniti: Forte, De Rossi, D’Angelo. Angoli: 3-3. Recupero: 2′, 3′.

Correlati