Per un soffio non è sorpasso

Per un soffio non è sorpasso

PALERMO  – Palermo raggiunto nel recupero nel big match del campionato cadetto con il Brescia: finisce 1-1 e la vetta della classifica resta ai lombardi. Al vantaggio del rientrante Nestorovski, un giocatore fondamentale per lo scacchiere di Stellone, risponde Tremolada con un sinistro che, complice il vento, assume uno strano effetto e sorprende Brignoli.

Un pari arrivato in una giornata storica per i rosanero che riconquistano il proprio pubblico, in oltre 22 mila al Barbera per rispondere all’appello della squadra e all’indomani del salvataggio societario con il nuovo ribaltone che ha consegnato la presidenza a Rino Foschi in attesa di un nuovo investitore che sarebbe già pronto a subentrare.

Sul campo ci si aspettava di più dal Brescia di Corini che paga come un macigno l’assenza del bomber Donnarumma, forse non sufficiente, però, per giustificare un atteggiamento un po’ troppo prudente.

La partita la fa il Palermo. Al quarto d’ora il primo a cercare la porta è Murawski con una conclusione da fuori non lontana dal palo alla sinistra del portiere. I rosanero vanno vicini al gol con un destro a giro di Trajkovski fuori di un soffio e ci riprovano con un sinistro dal limite di Haas che sfiora il palo. In chiusura di tempo Trajkovski mette in mezzo da destra per Falletti che svirgola il pallone da ottima posizione.

Nella ripresa il Brescia dà l’impressione di entrare in campo con un atteggiamento più propositivo. Al 5′ Torregrossa protesta per un intervento in area di Rajkovic, ma Sacchi fa proseguire. Il Palermo sfiora la rete poco dopo con una gran giocata di Falletti, che con un destro potente da posizione defilata colpisce la traversa.

Al quarto d’ora brivido per Alfonso che rischia pressato da Puscas ma riesce a mettere la palla in fallo laterale. Al 31′ Stellone prova la carta Nestorovski e viene subito ripagato dal macedone che festeggia il suo ritorno in campo: angolo di Trajkovski e preciso stacco di testa dell’attaccante con palla che colpisce il palo interno alla destra del portiere e si insacca.

Il Brescia prova subito a reagire e Morosini manca il pallone sul secondo palo su azione da calcio d’angolo, quindi Brignoli anticipa Gastaldello. Il Brescia ci riprova con Rodriguez, autore di un destro sull’esterno della rete, e in pieno recupero, quando il Palermo sembra avere già vinto, acciuffa il pareggio con Tremolada, che trova un fortunato jolly che vale il primato.

PALERMO-BRESCIA 1-1
Palermo (4-3-2-1): Brignoli 6; Rispoli 6.5, Bellusci 6.5, Rajkovic 6.5, Aleesami 6; Murawski 6, Jajalo 6 (37′ st Chochev sv), Haas 6 (48′ st Moreo sv); Falletti 6 (31′ st Nestorovski 7), Trajkovski 6; Puscas 5.5. In panchina: Pomini, Alastra, Accardi, Ingegneri, Salvi, Fiordilino, Szyminski, Mazzotta, Pirrello. Allenatore: Stellone 6.
Brescia (4-3-1-2): Alfonso 6; Sabelli 6, Cistana 6 (39′ st Tremolada 7), Romagnoli 6, Martella sv (12′ pt Gastaldello 6); Bisoli 6, Tonali 6.5, Ndoj 6; Spalek 5.5; Torregrossa 5.5, Morosini 5.5 (38′ st Rodriguez sv). In panchina: Andrenacci, Martinelli, Donnarumma, Lancini, Dessena. Allenatore: Corini 6.
Arbitro: Sacchi di Macerata 6.
Reti: 33′ st Nestorovski, 47′ st Tremolada.
Note: serata umida, terreno in discrete condizioni. Spettatori: 22.329. Ammoniti: Torregrossa, Falletti, Rispoli, Ndoj, Sabelli, Tremolada. Angoli: 5-3. Recupero: 2′;5′.

Correlati