“Prima la A, poi il rinnovo”

“Prima la A, poi il rinnovo”

PALERMO – “Nei mesi scorsi la società mi ha fatto una proposta di rinnovo contrattuale in caso di promozione in A, per questo abbiamo deciso di ridiscutere tutto a promozione centrata”. Così il difensore del Palermo Andrea Rispoli a proposito del suo contratto in scadenza.

La volontà del giocatore è chiara ed è quella di continuare a indossare la maglia rosanero. “La base di partenza per il rinnovo è buona – spiega – non c’è alcun problema, la volontà è quella di rimanere: la società mi ha proposto questa formula del rinnovo in caso di promozione e siamo tutti ben contenti per questo proposito che si unisce a quello più importante del raggiungimento della Serie A”.

Per i più critici Rispoli non è ancora all’altezza del giocatore che i tifosi del Palermo hanno imparato a conoscere. “Si è dato troppo peso a quello che si diceva in giro – spiega il terzino – a Cremona una settimana prima che finisse il mercato sono andato in sala stampa e ho detto che sarei rimasto a Palermo. Così è stato, ho mantenuto la promessa”.

“Non mi si può dire che volevo andare via e se qualcuno mi ha cercato non è detto che sia stato io a guardarmi in giro. Ho sempre dimostrato attaccamento alla maglia. Le mie prestazioni sono state normali: posso essere ancora più determinante e concreto, ma non mi va che se faccio il mio sono un brocco e se invece segno o faccio assist ogni partita è una cosa normale”.

Correlati