Trapani, sgambetto finale

Trapani, sgambetto finale

Un gol a tre minuti dallo scadere costa la sconfitta al Trapani nella semifinale d’andata della Coppa Italia di Serie C.

Opposti alla Viterbese, squadra che curiosamente affronteranno anche domenica in campionato, i granata scendono in campo con una formazione rivoluzionata dal turnover.

Al contrario del collega Calabro, che cambia poco, il tecnico trapanese Italiano schiera un undici inedito e dopo un quarto d’ora perde pure l’ex rossazzurro Garufo, fermato da un problema fisico e rilevato da Scrugli.

Subito dopo la sostituzione, la Viterbese sfiora il vantaggio con Zerbin, fermato ottimamente dal portiere Ferrara. E’ l’occasione migliore di un primo tempo nel quale i padroni di casa cercano di spingere senza però impensierire più di tanto i granata.

In apertura di ripresa il Trapani potrebbe sbloccare il risultato con Mastaj, che però non riesce a superare Valentini in uscita. Col trascorrere dei minuti il match sembra incanalarsi verso lo 0-0, ma a tre minuti dallo scadere è il nuovo entrato Molinaro a siglare il gol della vittoria locale con un tocco ravvicinato su cross di Polidori.

Il Trapani esce sconfitto, ma i giochi per la finale restano aperti. La semifinale di ritorno è in programma al Provinciale il 10 aprile prossimo.

VITERBESE-TRAPANI 1-0
Viterbese (3-4-3): Valentini; Atanasov, Rinaldi, Coda (17′ st Molinaro); De Giorgi, Palermo, Damiani (27′ st Coppola), Mignanelli; Zerbin (1′ st Ngissah), Polidori (48′ st Artioli); Vandeputte (27′ st Tsonev). A disposizione: Demba, Bertollini, Sparandeo, Del Prete, Milillo, Ferramisco, Capparella. All. Calabro.
Trapani (4-3-3): Ferrara; Garufo (15′ pt Scrugli), Taugourdeau (34′ st Da Silva), Scognamillo, Franco (27′ st Costa Ferreira); Corapi, Toscano, Girasole (34′ st Lomolino); Dambros (27′ st Fedato), Nzola, Mastaj. A disposizione: Dini, Cavalli, Ferretti, Evacuo, Mulè, D’Angelo. All. Italiano.
Arbitro: D’Ascanio di Ancona.
Rete: 42′ st Molinaro.

Correlati