“Tappiamoci le orecchie”

“Tappiamoci le orecchie”

PALERMO – “Da quando sono arrivato, io e giocatori stiamo cercando di pensare solamente al campo e alla partita che si deve giocare. Tutto il resto non fa parte del mio compito”. Dopo la richiesta di retrocessione in C avanzata dalla procura federale per illecito amministrativo, l’allenatore del Palermo, Delio Rossi, riporta l’attenzione dell’ambiente rosanero sul calcio giocato alla vigilia della partita contro il Cittadella che deciderà la volata finale col Lecce per la promozione diretta in Serie A.

“Devo cercare di isolare la squadra – dice Rossi – e pensare ad allenare. So fare solo quello, non posso perdere energie per commentare questioni che non mi toccano, non mi competono e che non posso risolvere. So che può sembrare assurdo e anche noi abbiamo le orecchie per sentire quello che succede intorno a noi. Ma dobbiamo metterci i tappi e andare avanti. Dobbiamo giocare pensando alle persone che verranno a guardarci cercando di regalare loro una gioia”.

Il Palermo si gioca la A nella sfida a distanza contro il Lecce. “Ho già vissuto queste giornate – dice Rossi – l’errore più grande che posiamo commettere è pensare agli altri e a tutte le situazioni extra tecniche che non ci riguardano. L’importante è fare tutto quello che è nelle nostre possibilità. Perché non ha senso guardare gli altri se poi non fai il tuo. Dobbiamo fare in modo di avere sempre la coscienza a posto. Sarebbe delittuoso non centrare l’obiettivo per una nostra mancanza”.

Non teme le pressioni Rossi, anche se non esclude che qualcuno senta in misura maggiore la gara: “I ragazzi sanno che sarà una partita importante, ognuno poi reagisce in maniera diversa. Per quel che riguarda la formazione fatta eccezione per Chochev e Moreo, posso contare su tutti i giocatori in organico, non devo stravolgere nulla. Szyminski? Ha gia’ giocato da esterno destro e potrei anche riproporlo”.

Sono oltre 22 mila i biglietti già venduti per la partita col Cittadella. Già battuto il record di presenze stagionali registrato in occasione dello scontro diretto di febbraio contro il Brescia. Si va verso il pienone con oltre 25 mila spettatori previsti compresi i due mila abbonati.

La società nel frattempo ha comunicato i nomi delle dodici Onlus alle quali sarà devoluto l’incasso della partita: La Casa di Nemo, Casa Famiglia “I Piccoli Passi”, Uidu-Associazione di volontariato Madre Serafina Farolfi, “Gli Angeli della Notte”, “Onlus Frate Gabriele Allegra dei frati minori di Sicilia”, Oratorio Salesiano Santa Chiara, Associazione “Insieme per Danisinni” Onlus, Associazione per la Ricerca “Piera Cutino” Onlus, “Ali per Volare” Onlus, Lega Nazionale per la Difesa del Cane-Sezione di Palermo, Comunità di Sant’Egidio, Onlus “Mare Dolce”. Le copie dei bonifici bancari saranno pubblicate sul sito ufficiale del Palermo successivamente all’avvenuta emissione.

Correlati