Trapani, cambia il Cda

Trapani, cambia il Cda

Qualcosa si muove in casa Trapani. Le novità, però, non riguardano l’ormai imminente doppia sfida con il Catania nei play off, ma i quadri societari.

La società granata ha comunicato che nel corso di una assemblea ordinaria  è stato deliberato l’incremento da tre a cinque del numero dei componenti del consiglio d’amministrazione del club. Ai tre consiglieri già in carica (Francesco Paolo Baglio, Maurizio De Simone e Adolfo Terranova) si sono aggiunti Angelo De Simone e Antonino Franchina, al quale è stata attribuita la carica di vice presidente.

Il consiglio d’amministrazione del Trapani Calcio pertanto risulta così composto: Francesco Paolo Baglio (presidente), Antonino Franchina (vicepresidente), Maurizio De Simone (amministratore delegato), Angelo De Simone (consigliere), Adolfo Terranova (consigliere).

Una variazione degli assetti societari che segue al comunicato del club riferito alla trattativa con Giorgio Heller, che venerdì scorso ha inviato una manifestazione di interesse nella quale, in rappresentanza di una cordata trapanese, si è dichiarato interessato all’acquisizione dellintero pacchetto azionario detenuto dalla Fm Service Srl.

Le parti hanno fissato un incontro per martedì per verificare la sussistenza delle condizioni per un accordo. “A tal proposito – ha spiegato il club in una nota – l’attuale proprietà del Trapani Calcio non ha ancora risposto in quanto non ha mai manifestato l’intenzione di cedere la totalità delle azioni”.

In merito ad un “premio complessivo di 500 mila euro da corrispondere alla prima squadra ed allo staff tecnico – ha poi aggiunto nello stesso comunicato – laddove la società venisse promossa in Serie B per la stagione 2019/2020, si ricorda che l’attuale proprietà ha già da tempo stanziato una cifra di gran lunga superiore che verrà assegnata ai protagonisti fuori e dentro del campo per un traguardo auspicabile”.

Correlati