| Scrivi al sito | Facebook | Twitter |
Lasiciliaweb.it Lasicilia.it AntennaSicilia.it Telecolor.it RadioTelecolor.it InsiemeChannel.it
Pubblicato: 18/06/2017
Invia link per e-mail
Catania, nodo centravanti
Proposta la risoluzione a Calil: si lavora ad accordo tra le parti. Anche Pozzebon in uscita. Litteri capeggia la lista dei desideri, ma l'aspetto economico-contrattuale pesa

Due centravanti da piazzare, almeno uno da ingaggiare. Sistemato un grande attaccante del passato come Cristiano Lucarelli in panchina, il Catania ha nella scelta della prima punta uno dei nodi principali di mercato da risolvere.

I movimenti sin qui ufficializzati (risoluzione consensuale con Gil e Piermarteri, ingaggio di Lodi) e quelli a un passo dalla formalizzazione (l'arrivo dell'ex cosentino Caccetta) non hanno coinvolto il reparto avanzato, destinato comunque a cambiare volto.

Il club etneo ha due elementi in uscita: Calil e Pozzebon. Il brasiliano, rientrato dal prestito al Livorno, vanta ancora un anno di contratto col Catania, ma è fuori dal progetto tecnico e ha un ingaggio particolarmente oneroso che ne propizia la cessione.

In attesa di squadre interessate (si è fatta avanti la Sambenedettese, salvo poi frenare davanti ai costi dell'operazione), la dirigenza ha proposto la risoluzione del vincolo al giocatore con relativa buonuscita, ma l'accordo tra le parti sinora non è stato raggiunto.

Più articolata la posizione di Demiro Pozzebon. La punta prelevata dal Messina nella finestra di mercato dello scorso gennaio vanta un contratto sino al 2019, ma il suo rendimento non in linea con le aspettative ha fatto sì che il romano finisse nella lista dei partenti.

Già separatesi a Messina, le strade di Lucarelli e Pozzebon sembrano destinate a dividersi ancora, anche perchè il Catania si è già mosso per individuare il futuro centravanti titolare: l'etneo Litteri del Cittadella è in cima alla lista dei desideri, sebbene uno suo arrivo in rossazzurro non sia semplice in virtù della situazione contrattuale del giocatore (vincolo sino al 2018 e ingaggio oltre i centomila euro).

Il direttore generale Lo Monaco e il ds Argurio si stanno muovendo per collocare altrove Pozzebon, il cui trasferimento potrebbe però complicarsi qualora il giocatore non trovasse una destinazione in grado di offrirgli garanzie (almeno altri due anni di contratto come a Catania e remunerazione di pari livello).

Quanto alle altre opzioni per il ruolo di centravanti, in organico troverà posto Valerio Anastasi, al rientro dal prestito al Messina, dove si è fatto apprezzare proprio da Lucarelli.