Trapani, crollo a sorpresa

Trapani, crollo a sorpresa

Caduta a sorpresa. Il Trapani crolla inaspettatamente in casa contro il Cosenza e rimane inchiodato a quota 35, sprecando una grande occasione per raggiungere provvisoriamente il Lecce al primo posto.

La squadra di Calori va sotto nel primo tempo, accelera e trova il pareggio con un rigore di Reginaldo all’inizio della ripresa, ma anziché riuscire nel sorpasso si fa cogliere impreparata nel finale da un colpo di testa di Idda.

Proprio con un’incornata il Trapani potrebbe passare in vantaggio dopo 20 minuti, ma Silvestri non trova la porta per pochissimo. E’ più preciso al 39′ Mendicino, che corregge un cross di Corsi e indovina il gol sul palo opposto.

La partita si accende nel secondo tempo: Reginaldo si procura e trasforma il rigore del pareggio al 16′, poi il Cosenza sfiora il 2-1 con una botta di Palmiero deviata da Furlan e lo trova al 38′ sempre con un colpo di testa. I granata ci provano in extremis con le botte di Visconti e Minelli, ma l’unica cosa che rimediano è l’espulsione di Palumbo per doppio giallo.

TRAPANI-COSENZA 1-2
Trapani (3-5-2): Furlan 5; Silvestri 5.5, Pagliarulo 5, Legittimo 5.5; Fazio 5, Maracchi 5, Palumbo 5, Bastoni 5 (11′ st Minelli 5), Rizzo 5.5 (29′ st Visconti sv); Evacuo 5.5 (11′ st Murano 5), Reginaldo 6.5. In panchina: Pacini, Ferrara, Bajic, Taugourdeau, Dambros, Steffè, Canino, Girasole. Allenatore: Calori 5.
Cosenza (3-5-2): Saracco 6.5; Idda 6.5, Dermaku 6, Pasqualoni 6 (30′ st Pascali 6); Corsi 6.5, Statella 6, Palmiero 6 (30′ st Lovisio 6), Calamai 6 (48′ st Trovato sv), D’Orazio 6; Mendicino 6.5, Tutino 6 (35′ st Liguori 6). In panchina: Perina, Collocolo. Allenatore: Braglia 6.5.
Arbitro: Amabile di Vicenza 6.5.
Reti: 38′ pt Mendicino, 17′ st Reginaldo (rig), 36′ st Idda.
Note: spettatori paganti 3.711 per un incasso, compresa la quota abbonati, di euro 22.032,25. Espulso per doppia ammonizione Palumbo al 40′ st. Ammoniti: Pasqualoni, Calamai, Liguori, Pascali. Angoli: 5-2. Recupero: 1′, 5′.

Correlati

Replica