La festa è del Cosenza

La festa è del Cosenza

PESCARA – Il Cosenza torna in Serie B dopo 15 anni. Sul neutro dello Stadio Adriatico Giovanni Cornacchia di Pescara, la squadra di Piero Braglia supera nella finalissima la Robur Siena per 3-1 coronando una splendida cavalcata che lo ha visto partire dal primo turno dei play off eliminando in sequenza Sicula Leonzio, Casertana, Trapani, Sambenedettese e Sudtirol.

Prima frazione ben giocata dai calabresi, padroni del campo davanti a quasi diecimila sostenitori. A sbloccare la gara è Bruccini, molto bravo nell’inserimento sulla giocata dalla sinistra di Tutino, grande protagonista durante tutti i play off e migliore in campo anche in finale.

Il primo tempo si chiude con la squadra di Braglia in vantaggio e un Siena opaco e senza mordente, complici i cinque squalificati dopo la semifinale di ritorno contro il Catania.

Nella ripresa il Cosenza ipoteca la vittoria con un contropiede fulminante di Tutino che mette la palla all’incrocio dopo aver fatto percorso 70 metri palla al piede. Una flebile speranza per i senesi la riaccende Marotta, che conquista un rigore subendo fallo da Dermaku e trasforma dal dischetto. Nei minuti finali a chiudere i conti è una girata in area di Baclet, entrato al posto di Okereke.

SIENA-COSENZA 1-3
Siena (4-3-1-2): Pane 5; Mahrous 5.5 (45′ st Dossena sv), Sbraga 5.5 (7′ st D’Ambrosio sv), Panariello 5.5, Brumat 5 (7′ st Guerri 5.5); Cleur 5.5, Vassallo 6, Damian 5.5 (45′ st Solini sv); Neglia 6; Emmausso 5.5 (23′ st Guberti 5.5) Marotta 6.5. In panchina: Rossi, Crisanto, Cristiani, Nassi, Biancalini, Fontana. Allenatore: Mignani 5.5
Cosenza (3-5-2): Saracco 6.5; Camigliano 6, Dermaku 6, Idda 6.5; Corsi 7 (46′ st Boniotti sv), Bruccini 7, Palmiero 6.5 (46′ st Loviso sv), Mungo 6.5 (26′ st Calamai 6), D’Orazio 6.5; Okereke 6 (26′ st Baclet 6.5), Tutino 7.5 (40′ st Perez sv). In panchina: Zommers, Quintiero, Ramos, Pasqualoni, Trovato, T. Braglia. Allenatore: P. Braglia 8.
Arbitro: Massimi di Termoli 6
Reti: 35′ pt Bruccini, 3′ st Tutino, 28′ st Marotta (rig), 42′ st Baclet.
Note: spettatori 13.000 circa. Ammoniti Baclet, Marotta, Mahrous. Angoli 4-2 per il Cosenza. Recupero: 2′; 4′.

Correlati