Zamparini insiste: “Andremo in A”

Zamparini insiste: “Andremo in A”

PALERMO – “Non sappiamo ancora se siamo in B o in A, dobbiamo aspettare 3-4 giorni ma sono molto fiducioso nell’appello: quando si ha ragione al 100%, di solito la giustizia ti dà ragione”. Maurizio Zamparini, patron del Palermo, confida nel buon esito del ricorso contro la sentenza di primo grado che ha visto il Parma penalizzato di 5 punti ma da scontare in Serie A per l’accusa di tentato illecito.

“L’Italia si è scandalizzata? Si era già scandalizzata per quanto successo col Frosinone e per una gestione politica della giustizia sportiva che non fa bene al calcio – le parole di Zamparini – Dovremmo imparare dal calcio inglese dove una cosa del genere non succederebbe mai”. Il patron rosanero punta anche sul fatto che in appello vengano considerati anche i messaggi inviati da Ceravolo: “O la procura o noi come società o qualcun altro farà istanza per andare a prendere i tabulati. Richiesta danni al Parma? Non dovremo chiederli perchè avremo ragione. Non voglio andare in Serie A imbrogliando ma certe squadre si trovano in A con un comportamento non consono al mondo dello sport”.

Per quanto riguarda il mercato, sarà ceduto Gnahoré (“voleva andare via e noi vogliamo giocatore che vogliono restare e abbiamo fatto anche una bella plusvalenza”), Nestorovski “è vicino all’addio, solo la Serie A potrebbe farlo rimanere. Vogliamo avere un bilancio ottimale, in B non possiamo permetterci stipendi come quelli dell’anno scorso. Rispoli? Vuole andare via ma non lo farà a zero euro, chiederemo un cambio con un giocatore giovane. E’ un mercato difficile ma Foschi sta lavorando tanto e molti giocatori di grandi club saranno lasciati liberi negli ultimi giorni. Puscas? Abbiamo offerto tre milioni all’Inter, non possiamo svenarci per stipendi da serie A. Trajkovski invece rimane, anche perché non abbiamo ricevuto alcuna offerta”.

La società rosanero ha intanto ufficializzato l’arrivo di Nicolas Haas, 22enne centrocampista svizzero, in prestito dall’Atalanta. L’elvetico è reduce da una stagione con 9 presenze in A, solo a Torino con la Juventus (14 marzo) nell’undici iniziale, più 2 in Coppa Italia con Sassuolo (da titolare) e Napoli. Il giocatore ha già raggiunto il ritiro rosanero di Sappada.

Nel pomeriggio, il Palermo ha formalizzato anche l’ingaggio a titolo definitivo dalla Juventus del portiere Alberto Brignoli. L’estremo difensore, classe ’91, noto per aver segnato al Milan nella scorsa stagione, quando giocava col Benevento, si è legato al club di viale del Fante fino al 30 giugno 2021.

Correlati