La rivoluzione di Lucchesi

La rivoluzione di Lucchesi

PALERMO – Ritiro, mercato e iscrizione al prossimo campionato di Serie B. Fabrizio Lucchesi parla a 360 gradi e cerca di dare risposte concrete ai temi che al momento tengono banco in casa Palermo.

La vicenda più spinosa è quella dell’iscrizione che dovrà essere formalizzata entro il 24 giugno. Il direttore generale rosanero è chiaro: “Non ci sono rischi per l’iscrizione al campionato – afferma – . Questa voce sta girando e ci fa male anche in sede di mercato”.

Altro tema, il ritiro: “Si svolgerà in due parti – precisa Lucchesi – l’abbiamo definito con Marino: una prima nel nord Italia, in Trentino, la seconda nel centro; faremo anche un paio di amichevoli carine. Con l’allenatore abbiamo parlato di squadra e giocatori. Il mercato è ancora fermo, prima bisogna pensare alle uscite”.

Il d.g. parla anche dello staff tecnico che accompagnerà Marino nell’avventura a Palermo: “Di Natale? Per me è come un nipote. Potrebbe completare lo staff di Marino, per noi sarebbe un grande onore. Ha delle problematiche familiari ma potrebbe superarle”.

Lucchesi poi affronta un altro delicato tema, quello legato a Rino Foschi: “Ds? Per noi era Rino Foschi. Questa battaglia l’ho persa e mi dispiace. Ha un carattere particolare e fatica a stare nel suo ruolo. Se dovessimo arrivare alla risoluzione del rapporto, il suo posto sarà occupato da me ad interim. Non avremo direttore sportivo. Valoti? Lo incontro questa sera. Ha un contratto di tre anni e ha lavorato a Palermo due mesi. Dobbiamo risolvere la sua situazione”.

Il dirigente rosanero non vuole sbilanciarsi in tema di mercato: “Avere fretta di fare la squadra è deleterio, ti potresti fare scappare delle occasioni quando hai la rosa piena. Di contro, bisogna essere a buon punto per il ritiro”.

Lucchesi annuncia importanti novità anche sul settore giovanile e staff sanitario: “Ci sarà un cambiamento dei vertici nel settore giovanile. Oggi ho comunicato a Porchia che il suo ciclo si è chiuso, facendogli i complimenti per il lavoro svolto. Ora si cambia. Il nuovo responsabile sarà ufficializzato fra pochi giorni, entro fine giugno; ho già in mente due/tre nomi ma devo aspettare le scadenze dei contratti. Questo interregno lo gestirà il segretario Lorenzo Farris”.

Il dg del Palermo parla anche delle novità per quanto riguarda lo staff medico: “Ci sarà un cambiamento anche a livello sanitario, medico sociale e staff. Ringrazio il dottor Francavilla per il lavoro svolto, ma dobbiamo dare un colpo di spugna con il passato”.

Correlati