“Ci siamo pure noi”

“Ci siamo pure noi”

Prima presentazione stagionale dei nuovi acquisti per il Catania. A Torre del Grifo, l’ad rossazzurro, Pietro Lo Monaco, si è presentato in sala conferenze con il portiere Jacopo Furlan e il centrocampista Nana Welbeck. Ecco le dichiarazioni salienti.

LO MONACO –  “Abbiamo trattato Monaco con il Perugia: prima ha mostrato gradimento ma poi in ritiro con gli umbri ha fatto un passo indietro. Ho anche incontrato il presidente perugino Santopadre, ma il giocatore non ha accettato la nostra proposta di contratto. Storia chiusa, ci siamo orientati altrove. Il cambio di portiere? Pisseri è stato qui tre anni, significa che ha meritato la nostra considerazione. Ora è giusto cercare stimoli nuovi. Il ritorno di Mazzarani? Ha tecnica, forza e agonismo, sa segnare, c’entra poco con questa categoria. Dodici mesi fa era in scadenza di contratto ed è andato via per accettare un’offerta in B. Appena si è creata la possibilità di un suo ritorno, voluta dallo stesso ragazzo, non ci abbiamo pensato due volte. Distefano? Come altri giovani, andrà altrove per giocare e crescere”.

“Contiamo di definire al più presto due innesti, entrambi difensori centrali, per completare la rosa. Riteniamo di avere allestito un organico forse anche più importante dello scorso anno. In questo torneo ci sono un ammazzacampionato come il Bari e 4-5 realtà che se la giocano come Catanzaro, Reggina, Ternana, Teramo e noi stessi, senza contare possibili outsider. I nuovi acquisti, come nel 2018, non giocheranno nel primo turno di Coppa Italia, in considerazione del termine dell’8 agosto fissato per la ratifica dei contratti. Daremo spazio a vecchia guardia e ai giovani. Campagna abbonamenti? Sin qui abbiamo staccato appena 250 tessere in meno di dodici mesi fa, stiamo mantenendo i ritmi abituali. Il 9 agosto, in notturna, giocheremo un amichevole col Cagliari del nostro ex tecnico Maran”.

FURLAN – “Lo scorso anno ho aspettato il Catania rifiutando altre offerte, ma il trasferimento non si è perfezionato per il mancato ripescaggio e sono rimasto a spasso sino a novembre. Stavolta, appena si è ripresentata l’occasione, ho detto subito sì, senza attendere eventuali proposte dalla B”.

WELBECK – “Negli ultimi anni ho giocato molto più da play, ma posso fare anche la mezzala. Deciderà il tecnico, da parte mia massima disponibilità. Metterò la mia corsa e la mia aggressività a disposizione della squadra”.

Correlati