Sgombero forzato al Barbera

Sgombero forzato al Barbera

PALERMO – È cominciato alle 9 del mattino lo sgombero forzato degli uffici dello stadio. La polizia municipale si è presentata allo stadio Barbera per dare esecutività allo sgombero dei locali per la riassegnazione degli uffici alla nuova proprietà notificato lo scorso 29 luglio. Quattro pattuglie più due auto civetta e un furgone sono entrati sul piazzale dello stadio.

“Quest’impianto – ha detto il sindaco Leoluca Orlando – è destinato alla squadra che al più alto livello è riconosciuta dagli ordini nazionali del calcio, lo diamo quindi a chi ha titolo per poterlo utilizzare. Avevamo detto che il campo sarebbe stato presto disponibile e mi sembra che possiamo confermare”.

“Stiamo arrivando alcuni giorni prima dell’1 settembre e dell’inizio del campionato – ha aggiunto Orlando – anche perché è necessario preparare l’impianto, sistemarlo, attrezzarlo nel modo migliore per accogliere i tifosi”. A proposito dei dipendenti della vecchia società, il sindaco ha ricordato: “Nell’avviso era previsto il rispetto della clausola sociale”.

Correlati