Il Palermo butta 2 rigori: 0-0

Il Palermo butta 2 rigori: 0-0

PALERMO – Non bastano neppure due rigori al Palermo per tornare a vincere al Barbera. Contro il Troina finisce 0-0, davanti a 14.455 spettatori. Grande protagonista il portiere dei rossoblu Calandra che le para davvero tutte. Troina ottimamente messo in campo dal tecnico Boncore, palermitano, così come Calandra e tanti altri giocatori della squadra ennese.

Al 25′ il primo errore dal dischetto di Ricciardo dopo un fallo in area su Doda: l’attaccante tira centralmente e agevola non poco la parata del portiere. Al 46′ della ripresa il secondo rigore concesso per un fallo di Saba su Felici: dagli undici metri calcia Sforzini, appena entrato in campo dopo il brutto infortunio al perone, ma l’attaccante si fa neutralizzare la conclusione da Calandra.

Si avvicina il Savoia che adesso è a soli tre punti dai rosanero dopo il successo in rimonta contro l’Acireale per 4-2: i campani vanno sotto di due reti per via della doppietta di Ott Vale (13′ pt, 28′ pt), poi Rondinella accorcia le distanze al 45′; nella ripresa al 7′ il pareggio di Orlando e ancora una volta il finale di partita sorride al Savoia con i gol al 41′ di Poziello e al 44′ del solito Scalzone.

Al terzo posto c’è adesso il Licata che al Dino Liotta supera 2-1 il Marina di Ragusa: a Cannavò, a segno per i gialloblu dopo 10 minuti, risponde dopo 60 secondi Di Bari; al 38′ il gol che decide la partita lo mette a segno Adeyemo.

Vittoria importante anche per l’Fc Messina che al Franco Scoglio riesce ad avere la meglio sul Roccella: di Coria dopo 14′ il gol partita dei giallorossi. Cade invece l’Acr Messina al Vallefuoco di Giugliano: finisce 2-1 con la decisiva doppietta di Orefice (16′ pt, 10′ st), mentre per la squadra di Karel Zeman va a segno Crucitti (18′ st).

Al Biancavilla basta un gol dopo 4′ di Aloia per superare la resistenza del Marsala, prossimo avversario del Palermo il 5 gennaio alla ripresa del campionato, sempre al Barbera, per la prima giornata di ritorno.

Correlati