Brutta Leonzio: arrivano i fischi

Brutta Leonzio: arrivano i fischi

Battuta e fischiata. La Sicula perde in casa contro il Teramo ed esce dal campo accompagnata dalla peggior colonna sonora possibile. I tifosi sono stanchi: troppo sterile la squadra di Bucaro, e troppo confusi gli attacchi finali per recuperare l’unico gol della partita, segnato da Magnaghi dopo venti minuti.

Il vantaggio arriva da calcio d’angolo: Polverino sventa la zuccata di Ilari, ma si arrende alla botta successiva. Le due occasioni migliori per pareggiare si presentano subito: a sprecarle sono Palermo (Tomei blocca) e Ferrini di testa (paratona). Quindi dall’altra parte è Bombagi a buttare un’azione a tu per tu col numero uno avversario.

Nella ripresa un salvataggio di Tafa evita il 2-0, poi i lentinesi ci provano ma distillano pochissimo. Anzi è Bombagi a sfiorare il raddoppio, costringendo Polverino a respingere con il piede.

SICULA LEONZIO-TERAMO 0-1
Sicula Leonzio (4-3-3): Polverino 6; Parisi 5.5 (16′ st De Rossi 5.5), Tafa 6, Ferrini 5.5 (35′ st Lescano 5), Sabatino 5.5; Palermo 5.5, Bucolo 5 (1′ st Esposito 5), Sicurella 5; Vitale 5 (16′ st Petta 5.5), Scardina 5, Grillo 5 (1′ st Catania 5). In panchina: Governali, Lia, Cozza, Maimone, Terranova, Bollino. Allenatore: Bucaro 5.
Teramo (4-3-3): Tomei 6.5; Cancellotti 6, Cristini 6, Soprano 6.5, Tentardini 6; Santoro 6, Viero 6 (16′ st Arrigoni 6), Ilari 6.5; Costa Ferreira 6, Bombagi 7 (39′ st Birligea sv), Magnaghi 7 (23′ st Iotti 6). In panchina: Lewandowski, Florio, Martignago, Minelli, Cappa, Cianci. Allenatore: Tedino 6.5
Arbitro: Carrione di Castellammare di Stabia 6.
Rete: 19′ pt Magnaghi.
Note: pomeriggio nuvoloso, terreno in buone condizioni. Spettatori 476. Ammoniti: Tafa, Viero, Catania, Sicurella. Angoli: 5-3 per Teramo. Recupero: 0′, 3′.

Correlati