“Preoccupato per il calcio italiano”

“Preoccupato per il calcio italiano”

ROMA – “Una Serie A a 22 squadre? Sarebbe un campionato ingestibile”: lo dice il presidente della Federcalcio, Gabriele Gravina, intervenuto a SkySport.

“Di ipotesi ne sono state fatte tantissime, ma la stella polare sono le nostre norme, e non è facile modificare il format dei campionati”, ha aggiunto parlando dello stop ai campionati per l’emergenza coronavirus e degli scenari per la ripresa, tra i quali c’è chi pensa anche a uno stop alle retrocessioni.

“L’ipotesi di passare ad una Serie A a 22 squadre – ha proseguito Gravina – dovrebbe confrontarsi con un campionato che probabilmente partirà già in ritardo e dovrà comunque finire a maggio 2021 per l’Europe: mi apparirebbe cosa schizofrenica avere l’esigenza di giocare meno partite e fare una A con 22 squadre. Sarebbe un campionato ingestibile”.

“Sono preoccupato per tutto il calcio, la A, la B, la C e il mondo dilettantistico – dice ancora Gravina -. Anzi, comincerei da lì perché è un settore che rischia di perdere oltre tremila società: un disastro”.

Correlati