Trapani, rimonta che vale oro

Trapani, rimonta che vale oro

Tre punti d’oro acciuffati per i capelli. Nel delicato scontro in coda tre le ultime due della classifica, il Trapani riesce ad avere la meglio su un Livorno in formazione di assoluta emergenza dopo il divorzio da numerosi giocatori.

La squadra di Castori, però, rischia grosso e riesce a ribaltare la situazione solo nel finale.

Andati a vuoto i tentativi nel primo tempo di Kupisz, Pettinari, Grillo e Colpani, i granata si ritrovano in svantaggio a 6′ dalla fine, quando Murilo da 40 metri sorprende la difesa di casa e il portiere Carnesecchi.

L’immediata reazione trapanese porta al pari del solito Pettinari, di testa su punizione di Scaglia, e in pieno recupero al 2-1 di Dalmonte, a segno con un bel tiro al volo ancora su imbeccata di Scaglia.

TRAPANI-LIVORNO 2-1
Trapani (3-5-2): Carnesecchi 5.5; Scognamillo 6, Pirrello 6, Buongiorno 6; Kupisz 6, Coulibaly 5.5 (19′ st Odjer 6), Taugourdeau 5.5 (40′ st Luperini sv), Colpani 6.5 (19′ st Dalmonte 6), Grillo 6; Pettinari 6, Piszczek 5.5 (11′ st Evacuo 6). In panchina: Kastrati, Stancampiano, Jakimovski, Cataldi, Scaglia, Fornasier, Canino, Filì. Allenatore: Castori 6.5.
Livorno (3-4-3): Plizzari 6; Boben 6, Coppola 6, Bogdan 6; Del Prato 5.5, Awua 5.5 (50′ st Pallecchi sv), Agazzi 5.5 (1′ st Luci 5.5), Seck 5.5 (11′ st Porcino 6); Mazzeo 5.5 (11′ Mendes 6.5), Braken 5.5, Marsura 5.5 (29′ st Ruggiero 5.5). In panchina: Neri, Ricci, Marie Sainte, Fremura, Pallecchi, Morelli, Trovato, Nunziatini. Allenatore: Filippini 6.
Arbitro: Daniel Amabile di Vicenza.
Reti: 39′ st Murilo, 44′ st Pettinari, 46′ st Dalmonte.
Note: ammoniti Bogdan, Scognamillo, Mazzeo, Marsura, Braken, Mendes, Odjer, Scaglia. Angoli 3-0. Recupero: 0′; 5′.

Correlati