Catania, novità in arrivo

Catania, novità in arrivo

Il Catania ha presentato questa mattina le nuove maglie per la stagione 2020-2021.

Tradizionale la prima divisa, indossata da Mariano Izco. Novità per la seconda, quella bianca indossata da Claiton, nella quale è raffigurato un elefante. Gialla con banda trasversale rossazzurra la terza, indossata da Reginaldo.

Nel corso della conferenza stampa si è parlato anche di calcio giocato, di mercato e di situazione societaria. Ecco le dichiarazioni salienti.

Nico Le Mura: “La Coppa Italia è stata una gara a sé per tanti motivi, siamo sereni per la partita di domenica. Maldonado? Aspettiamo una pronuncia della Lega entro due settimane, ci sono pareri contrastanti tra i nostri legali. Mercato? Il mister dà le indicazioni, siamo aperti a tutto. Le uscite sono legate al progetto che ci siamo dati, aspettiamo risposte. In entrata vi possiamo assicurare che ci saranno altri 2-3 colpi. Sono giorni caldi, siamo contenti del lavoro di Pellegrino e Guerini. Amichevoli? Non abbiamo giocato in via cautelativa a causa del Covid”.

Giovanni Ferraù: “Avevamo il sentore di una penalizzazione. Qualcuno che ne sa più di noi di giustizia sportiva ci aveva rassicurato in senso molto più favorevole. I quattro punti ci sembrano una batosta eccessiva, ci imputano una recidiva che pensavamo di aver superato. Abbiamo dato incarico di presentare ricorso alla Corte di Appello federale, siamo convinti che la questione verrà rivista con più attenzione. La Card? Contiamo di convertirla in possibilità di accesso allo stadio, se verrà consentito, a prescindere dal settore”.

Gaetano Nicolosi: “La ristrutturazione dei debiti procede benissimo. Stiamo lavorando intensamente, abbiamo già fatto fronte ad alcuni impegni. E’ un percorso che richiede tempo”.

Correlati