Palermo, ritorno amaro

Palermo, ritorno amaro

Parte male il Palermo, che torna da Teramo senza punti nelle mani. Nel debutto in Serie C sono fatali i due gol segnati nel secondo tempo da Santoro e Di Francesco, che mettono a nudo gli attuali limiti dei rosanero.

Spento il primo tempo: le due squadre si controllano e solo alla mezz’ora la squadra di Boscaglia impensierisce il portiere avversario con una punizione appena fuori di Floriano. Dall’altra parte un paio di mezzi pericoli creati da Ilari e Costa Ferreira.

Cambia il vento nella ripresa: il Teramo accelera con Pinzauti e Cancellotti, fino a trovare il vantaggio al 58′: Santoro corre sulla sinistra e si presenta davanti a Pelagotti, battendolo sul palo opposto.

La reazione del Palermo non è abbastanza aggressiva e all’80’ arriva il raddoppio: è Di Francesco, ragazzino all’esordio, a irrompere in area e a incrociare con precisione. Boscaglia ricorre anche a Santana, ma da lui ricava soltanto un colpo di testa che non inquadra la porta. E i rosanero restano a zero.

TERAMO-PALERMO 2-0
Teramo (4-2-3-1): Lewandowski 6, Cancellotti 6.5, Diakite 6, Soprano 6, Tentardini 6; Arrigoni 6 (42′ st Viero 6), Santoro 6.5; Ilari 6.5, Bombagi 6, Costa Ferreira 6.5 (23′ st Mungo 5.5); Pinzauti 6 (34′ st Di Francesco 6.5). In panchina: Valentini, Trasciani, Lasik, Celentano, Birligea, Iotti. Allenatore: Paci 6.5.
Palermo (4-2-3-1): Pelagotti 6, Peretti 6, Lancini 6, Marconi 6, Crivello 6 (17′ st Corrado 5.5); Odjer 6, Palazzi 6; Kanoute 6 (26′ st Santana 5.5), Valente 6, Floriano 6.5 (17′ st Silipo 5.5); Saraniti 6.5 (26’st Lucca 5.5). In panchina: Fallani, Martin, Florio. Allenatore: Boscaglia 5.5
Arbitro: Maranesi di Ciampino 6.
Reti: 13′ st Santoro, 35′ st Di Francesco.
Note: giornata piovosa, terreno sintetico. Ammoniti Tentardini, Saraniti. Angoli: 3-3. Recupero: 1′; 4′.

Correlati