Palermo, è già crisi

Palermo, è già crisi

E’ già crisi per il Palermo. I rosanero rimediano la terza sconfitta in quattro giornate e restano in coda alla classifica, senza vittorie e con un solo punto all’attivo.

Stavolta il ko arriva sul campo del Bisceglie allenato dal palermitano Bucaro, vittorioso per 2-1 contro un avversario che reagisce tardi e con scarsa efficacia al doppio svantaggio incassato nel primo tempo.

Boscaglia propone un 4-2-3-1 con Kanoute, Rauti e Valente in appoggio alla prima punta Lucca e il Palermo parte con decisione rendendosi pericoloso con un colpo di testa ravvicinato di Rauti parato da Russo e un tiro di Luperini d’un soffio a lato.

Più concreto il Bisceglie, che dopo un tentativo di Rocco con palla sul fondo passa grazie a un destro di Maimone sul quale Pelagotti non arriva.

I rosanero accusano il colpo e prestano il fianco alla ripartenza dei padroni di casa innescata da un errore di Almici e conclusa dal gol di Mansour su imbeccata di Vitale.

Boscaglia prova a mischiare le carte inserendo Santana e Saraniti in avvio di ripresa, ma i limiti offensivi dei rosanero sono evidenti e il Bisceglie non fatica troppo a gestire il 2-0.

Passano oltre 25′ prima di una vera palla gol, fallita da Santana con un colpo di testa oltre la traversa su cross di Valente, uno dei pochi a salvarsi.

Boscaglia passa alla difesa a tre inserendo anche Floriano, ma trova solo la magra consolazione del primo gol stagionale, siglato da Luperini a 2′ dallo scadere con un tocco ravvicinato.

“Non siamo stati determinati come i nostri avversari – ha detto Boscaglia a fine gara – non ci siamo saputi calare nella partita. Abbiamo iniziato bene, abbiamo creato due palle gol nette, poi al primo contropiede ci siamo smarriti e alla prima occasione il Bisceglie ha fatto gol”.

“Come faccio a essere soddisfatto – ha aggiunto l’allenatore – se già nel primo tempo perdevamo 2-0? La squadra ha cercato di fare il massimo in fase d’impostazione e in ripartenza. Ma evidentemente non ci siamo calati nella categoria. Ci manca malizia e un pizzico di furbizia. Dobbiamo essere più da serie C. Però la squadra migliora e lo si vede anche fisicamente. C’è delusione e non potrebbe essere altrimenti”.

BISCEGLIE-PALERMO 2-1
Bisceglie (5-4-1): Russo 6.5; Pelliccia 6, De Marino 6.5, Priola 7, Vona 6, Giron 6.5; Vitale 6.5 (19′ st Padulano 6), Maimone 7, Cittadino 6.5, Mansour 6.5 (11′ st Sartore 6); Rocco 6.5 (29′ st Musso 6). In panchina: Spurio, Sapri, Manfrellotti, Zagaria, Cigliano, Ferrante, Lauria, Casella, Tarantino. Allenatore: Bucaro 7.
Palermo (4-2-3-1): Pelagotti 5.5, Almici 5.5, Lancini 5, Crivello 5, Corrado 5.5 (29′ st Floriano 5.5); Luperini 5.5, Odjer 5 (23′ st Broh 5.5); Kanoute 4.5 (1′ st Santana 4.5), Rauti 5, Valente 6 (31′ st Silipo 5.5); Lucca 4.5 (1′ st Saraniti 5). In panchina: Fallani, Doda, Accardi, Martin, Peretti. Allenatore: Boscaglia 5.
Arbitro: Ricci di Firenze 6.
Reti: 18′ pt Maimone, 33′ pt Mansour, 42′ st Luperini.
Note: pomeriggio soleggiato, terreno in buone condizioni.
Ammoniti: Spurio, Maimone, Vitale, mister Bucaro, Odjer, Pelliccia, Santana, mister Boscaglia, Silipo, Cittadino. Angoli: 0-7. Recupero: 1′; 4′.

Correlati