Il Palermo si sblocca

Il Palermo si sblocca

Al settimo tentativo arriva la prima vittoria in campionato del Palermo. I rosanero confermano i segnali di crescita offerti contro Catanzaro e Catania andando a espugnare il campo della Juve Stabia per 2-1.

Recuperati sette elementi rispetto al derby, Boscaglia cambia comunque poco insistendo sul 4-2-3-1 con una sola novità sulla trequarti, dove trova spazio Broh, al rientro dopo il turno di squalifica, con Rauti allargato a sinistra al posto dell’infortunato Valente.

Il Palermo sblocca subito il punteggio con Saraniti, a segno di testa su cross di Kanoute dopo soli 5 minuti.

Doccia fredda per gli stabiesi, che nell’intero primo tempo si rendono pericolosi solo una volta con un’iniziativa di Garattoni che produce una serie di rimpalli in area prima che i rosanero riescano a liberare in qualche modo.

Perso l’infortunato Saraniti, rilevato in avanti da Lucca, i rosanero reggono alla spinta dei padroni di casa, che migliorano e ci provano in apertura di ripresa con Mastalli e Fantacci.

Boscaglia manda in campo il rientrante Floriano e azzecca la mossa visto che l’ex Bari firma il raddoppio sfruttando un assist di Rauti, involatosi dopo avere rubato palla a Vallocchia.

La Juve Stabia, che pochi minuti prima aveva chiesto il rigore per un tocco di mano in area di Peretti, rischia di subire il tris per mano di Rauti, che spreca un buona opportunità calciando alto su servizio di Kanoute, e nel finale si riversa in avanti nel tentativo di riaprire la sfida.

I gialloneri protestano inutilmente per un altro tocco di braccio in area di Accardi su colpo di testa di Mastalli e impegnano Pelagotti con un colpo di testa di Bubas. Il Palermo replica con un guizzo di Lucca sul quale Tomei si fa trovare pronto.

Al quinto minuto di recupero, gli stabiesi ottengono il rigore per un fallo di Corrado su Fantacci: Mastalli trasforma, ma il tempo è scaduto. L’immediato triplice fischio dell’arbitro Carella consegna ai rosanero il primo successo stagionale.

“Le partite come quella contro la Juve Stabia – dice l’allenatore rosanero Roberto Boscaglia – sono quelle che piacciono a me. Per tutto quello che abbiamo vissuto è fisiologico che stiamo arrivando solamente adesso verso questo livello di conoscenza. Dobbiamo ancora migliorare tante cose, ma siamo sulla strada giusta”.

JUVE STABIA-PALERMO 1-2
Juve Stabia (4-3-3): Tomei 6; Garattoni 6, Codromaz 5.5, Allievi 5.5, Rizzo 6; Mastalli 6, Berardocco 5.5 (45′ st Scaccabarozzi sv), Vallocchia 6; Fantacci 5.5, Romero 5, Orlando 6 (21′ st Bubas 6). In panchina: Lazzari, Maresca, Bentivegna, Mulè, Bovo, Guarracino, Volpicelli, Oliva. Allenatore: Padalino 5.5
Palermo (4-2-3-1): Pelagotti 6; Almici 6 (11′ st Accardi 6), Palazzi 6.5, Marconi 6.5, Corrado 6; Martin 6 (11′ st Floriano 6.5), Odjer 7 (18′ st Peretti 5.5); Kanoute 6.5, Broh 6, Rauti 7; Saraniti 7 (31′ pt Lucca 6). In panchina: Fallani, Matranga, Doda, Allenatore: Boscaglia 6.5
Arbitro: Carella di Bari 5.
Reti: 5′ pt Saraniti, 28′ st Floriano, 50′ st Mastalli (rigore).
Note: ammoniti Palazzi, Boscaglia, Broth, Odjer, Garattoni, Bubas, Accardi, Allievi, Corrado. Angoli: 9-1 per la Juve Stabia. Recupero: 2′, 5′.

Correlati