Papera Pelagotti: Palermo giù

Papera Pelagotti: Palermo giù

Una papera di Pelagotti condanna il Palermo ad Avellino. I rosanero non demeritano nella prima parte di gara, ma una volta in svantaggio non riescono a reagire rimediando la settima sconfitta stagionale.

Al Partenio, Boscaglia conferma il 4-3-3 con l’acciaccato Crivello rilevato da Doda e Saraniti al centro dell’attacco al posto dello squalificato Lucca.

I rosanero partono bene e impegnano subito Forte con un tiro a giro di De Rose. Il portiere avversario se la cava in due tempi anche sullo spunto di Kanoutè, poi tocca a Pelagotti disimpegnarsi sulle conclusioni di Tito e Carriero.

L’estremo difensore palermitano è però protagonista in negativo sulla rete che decide la gara, in apertura di ripresa, facendosi clamorosamente scavalcare, complice il campo bagnato, da un rinvio dalla propria metà campo di Silvestri.

L’episodio disorienta i rosanero, che faticano a rendersi pericolosi. Boscaglia prova a cambiare i giochi inserendo Silipo, Rauti e Almici, ma a sfiorare il gol è solo l’Avellino con Bernadotto che nel finale manca da pochi passi il comodo appoggio in porta su assist di Santaniello.

AVELLINO-PALERMO 1-0
Avellino (3-5-2): Forte 6; Illanes 5.5, Miceli 6, L. Silvestri 6.5; Ciancio 6.5 (36′ st Rizzo sv), Carriero 6.5, Aloi 6, D’Angelo 6, Tito 6 (31′ st Adamo sv); Fella 5.5 (23′ st Bernardotto 5.5), Maniero 5.5 (31′ st Santaniello sv). In panchina: Pane, M. Silvestri, De Francesco, Dossena, Errico, Rocchi, Baraye. Allenatore: Braglia 6.
Palermo (4-3-3): Pelagotti 4; Accardi 6 (39′ st Crivello sv), Somma 6.5, Palazzi 6.5, Doda 5 (24′ st Almici 5.5); Broh 4.5 (15′ st Rauti 5), De Rose 6.5, Luperini 4.5; Kanoute 5 (24′ st Silipo 5), Saraniti 5, Valente 6 (39′ st Floriano sv). In panchina: Fallani, Martin, Lancini, Peretti, Odjer. Allenatore: Boscaglia 5.
Arbitro: Gualtieri di Asti 6.5
Rete: 6′ st L. Silvestri.
Note: ammoniti Carriero, Illanes, De Rosa. Angoli: 3-3. Recupero: 1′; 5′.

Correlati